Da Papi a Nonno Mario

Sul sito del Governo, sezione Dialogo con il cittadino, alla pagina Le parole dei cittadini appare quanto segue:

Le parole dei cittadini. Proponiamo alcuni estratti delle mail indirizzate al Presidente del Consiglio Mario Monti.

“…oggi ho visto il Professore alla trasmissione condotta dalla giornalista Lucia Annunziata su RAI3… voglio, con questa mia, solo testimoniare che se c’è una cosa che noi “cittadini normali” abbiamo capito di questo strapazzato Governo Tecnico è che di Lui, con tutte le incertezze del caso e un pò come nella vita, ci si può, una volta tanto, fidare!…”
Firmato “Impiegato, coniugato, figlio di un portiere di palazzo popolare”

“…Lisa, una bambina di due anni e mezzo, alla domanda “che cosa hai visto in TV?”, risponde “Ho visto il nonno Mario, quello che dice le cose giuste per il futuro…”
Firmato “una coordinatrice pedagogica di una cooperativa sociale”

“…Ho vissuto la prima metà della mia vita tra l’Africa e il Sud America…ora ho deciso di andare un periodo a Londra…questa esperienza mi porta a vedere tante cose (italiane) con nuove prospettive che mi farebbe piacere condividere con lei, vista la Sua lunga esperienza all’estero…”
Lettera firmata

“…I have been watching TV and because I love Italy I would like to offer some suggestions…”
Lettera firmata

***

Si richiama l’attenzione, in particolare, alla seconda citazione, quella della bambina di due anni che, interrogata su cosa avesse visto in Tv, risponde: “nonno Mario, quello che dice le cose giuste per il futuro…”

La domanda che ci siamo posti è, se quella bimba non sia per caso la nipotina della Cancelliera Merkel, quella che ha visto altri, in passato, fare tante cose giuste – dalla unificazione della Germania libera alla fondazione dell’Europa – senza tuttavia averne tratto insegnamento.

Post originale, qui.

16 commenti a “Da Papi a Nonno Mario”

  1. [...] Link articolo originale: Da Papi a Nonno Mario [...]

  2. Come tutti i dittatorelli monti ci tiene alla sua immagine va alle trasmissioni e fa parlare i bambini: tra un pò lo fanno papa!

  3. fabio scrive:

    ale milano !
    hai visto che il governo monti, vi ha cacciato fuori dai ministeri a calci in culo ?
    fa male, eh…
    che figura che avete fatto!
    vi ha riso in faccia tutto il mondo.
    non solo siete stati cacciati via a calci in culo…
    quel che è peggio, la gente vedendo una persona seria al vostro posto, ha capito ancora meglio quanto fate ridere.
    sai, il paragone….

    hahahaha ha, milano.
    comandavate tutto, e adesso non contate più un cazzo.
    che goduria, non sai che gusto mi dà, vedervi ridotti così.

  4. fabio scrive:

    monti ha l’appoggio di 490 deputati, tutti i partiti importanti, gode della fiducia della stragrande maggioranza degli italiani.
    più tutte le organizzazioni espressione delle parti sociali.

    lui è leghista, il suo capo non capisce più niente, al massimo se lo caga un 8%. e dice “dittatorello”..

    hahahahah haha

    siete ridicoli.

  5. Kuliscioff scrive:

    Credo che la colpa non sia di monti, ma dei dipendenti pubblici che ha immaginato cerebralmente attrezzati a curare i rapporti con i cittadini sul sito istituzionale

  6. Mario Giardini scrive:

    Forse, Kuliscioff. Ma questa parodia di dialogo con il paese tramite web gestito da dipendenti lecconi forse sarebbe meglio metterla da parte. Fossi io al posto di Monti cercherei l’imbecille che si è inventato il post della bambina e lo licenzierei.

  7. Kuliscioff scrive:

    Se é un dipendente pubblico, caro Mario, non lo licenzia neppure Iddio

  8. MAURO1 scrive:

    Da Berlusconi a Monti: dalle stalle alle stelle!!!
    Non è un pò esagerato?
    Prima mamma DC. Poi è arrivato Occhetto e la sua gioiosa macchina da guerra. Poi è arrivato l’unto dal signore. Poi Prodi il Coeso. Adesso c’è Mario il Sobrio, detto anche il nonno.
    A quando uno normale?

  9. doris scrive:

    ” A quando uno normale? ”

    Quando diventeremo un paese normale, cioè mai.

  10. sophia colpiacca scrive:

    Delle due l’una: o è un palese autogol messo a punto da un solerte dipendente (casomai assunto in modo diretto) o abbiamo tra di noi una bimbetta di trenta mesi che ne capisce di più di politica di alessandro milano.

  11. Inkazzato vi scrive:

    Ma che vi aspettavate da uno che ha sostenuto che dalla liberalizzazione dei taxi deriverà un risparmio di 100 Euro all’anno per ogni famiglia italiana ? Forse l’unico che non si è sganasciato dal ridere è quel lobotomizzato di Fabio (lui non ci dormiva la notte a causa dei taxi non liberalizzati … ora è sereno).

  12. Angela scrive:

    @Inkazzato
    Su oibaf non mi pronuncio e non mi aspetto niente, come poco niente mi aspetto (ma forse la mia è solo una speranza) da Monti, ma mi aspetterei di veder pubblicato il nome e cognome della “una coordinatrice pedagogica di una cooperativa sociale” o chi per essa.

    Kuliscioff dice che non è licenziabile e temo abbia ragione (sigh!) se si tratta di un dipendente pubblico… ma non è necessario licenziare una persona per presentarle il “conto”.
    Ci sono altri modi per farsi “saldare” e senza nemmeno scomodare il Meraviglioso Fankazzista che (forse) sta nei Cieli. ;)

  13. marianog. scrive:

    A leggere Fabio, mi sembra il discorso di quel marito, che per far dispetto alla moglie si tagliò i….

  14. Mario Giardini scrive:

    Kuliscioff

    “Se é un dipendente pubblico, caro Mario, non lo licenzia neppure Iddio”.

    Tutto sta a incominciare. Lo licenzi. Il TAR lo reintegra. Lo ri-licenzi. Il TAR lo re-integra. E così via. Ad infinitum? No. I soldi finiscono prima per lui che per lo stato. Fu così che Mr (non Mrs) Thatcher piegò i minatori: li ridusse sul lastrico. E ristabilì un principio supremo: in una democrazia, una minoranza non può prendere in ostaggio il resto del paese.

  15. pier scrive:

    Ma come siamo reduci dalle richieste di dimissioni di massa nei confronti della Gelmini per il famigerato tunnel, e ora la Kuliscioff da la colpa ai dipendenti pubblici illicenziabili per le scemenze scritte sul sito del Governo?

    Un po’ di sobrietà cazzo!

Che ne pensi? Commenta!