Bella la vita

Tirare la cinghia, fare sacrifici, vivere con sobrietà: queste sono le nuove parole d’ordine dell’era Monti! Peccato che – come sempre in Italia – quelli che predicano bene poi (immancabilmente…) razzolano male!

Un esempio? Corrado Clini vi dice niente? No? E allora vi racconto una storiella (senza lieto fine…)

Il dottor Corrado Clini è l’archetipo del super-boiardo di Stato. Egli ha sempre razzolato nei pressi del Potere sino a diventare direttore generale del ministero dell’Ambiente (dal ’91 al 2011) con annessa “paghetta” di (almeno) 350mila Euro all’anno, oltre ai vari immancabili benefit legati alla poltrona…

Poi (grande colpo di fortuna) è arrivato il “governo tecnico” di Monti e l’ineffabile dottor Clini si è magicamente ritrovato catapultato sulla poltronissima di ministro dell’Ambiente! Bingo (deve aver pensato il neo-ministro Clinex): questo è il degno coronamento di una  “onorata” carriera da oscuro (ma strapagato) “servitore dello Stato”…

L’ineffabile ministro Clinex – però – sembra non esser ancora entrato in sintonia con il nuovo verbo montiano (quello che straparla di sobrietà…) e – udite udite – dopo le “improbe fatiche” di novembre, dicembre e gennaio, a febbraio si è concesso una super-lussuosa vacanza sulla neve (5 giorni) in Alta Badia con moglie a rimorchio…

L’ineffabile ministro Clinex – che evidentemente non conosce il significato dell’espressione low profile – ha pensato bene di alloggiare nella più lussuosa Spa della zona, il magnifico Relais & Chauteaux “Rosa Alpina” di San Cassiano, quello con annesso il famoso ristorante 2 Stelle Michelin “St.Hubertus” del mio amico chef Norbert.

Chi conosce bene l’Alta Badia (e io ci vado – in rifugio  – da almeno 25 anni) sa bene che è sempre stata più cara (e più snob…) di Cortina o della Val Gardena. E San Cassiano – piccolo paesino che rifugge il turismo di massa – è al top per prezzi ed esclusività!

Facendo due conti quella “vacanziella” all’ineffabile ministro Clinex sarà costata “spannometricamente” (tra spese di hotel, ski-pass, cenette al St. Hubertus, qualche regalino e spese di trasferta) all’incirca 8.000 Euro….(Euro più, Euro meno), grossomodo quanto guadagna in un anno un “povero sfigato” di neolaureato non raccomandato e con lavoro super-precario…

Intendiamoci bene, io non sono contro la ricchezza (anzi!) ma mi fanno girare vorticosamente  le palle gli spudorati, i privilegiati e gli ipocriti!

L’ineffabile dottor Clini ha avuto nella sua vita l’unico immenso culo di entrare a far parta di quella specialissima casta di boiardi di Stato immotivatamente strapagati e super-coccolati: almeno 350mila Euro all’anno di “paghetta” non sono certo bruscolini, specie se confrontata con quanto guadagnano gli omologhi dirigenti statali di altri Paesi europei certamente meglio amministrati…

E poi  il ministro Clinex – a sentirlo parlare – non mi pare proprio “un grande genio” degno del Nobel: conosco ottimi laureati trentenni super-specializzati (gente cazzuta che parla inglese, russo e cinese, gente che ha fatto fior fiore di master all’estero) che uno così se lo mangiano a colazione…

No, il ministro Clinex non è “un fulmine di guerra” nei suoi ragionamenti, e se oggi dovesse andare a cercarsi un lavoro sul libero mercato farebbe molta, molta fatica per arrivare a prendere gli stessi soldini…

E inoltre – particolare non trascurabile – l’odierna  “paghetta” gliela versiamo noi, noi contribuenti italiani che siamo spremuti come dei limoni dal Fisco affinché quelli come Clini possano continuare a mantenere il loro faraonico stile di vita…

Ma vi sembra possibile che a nessuno di lorsignori venga mai un sussulto di vergogna? Ma vi sembra possibile che questi spudorati abbiano pure la faccia-come-il-culo di andare in Tv a chiedere sacrifici? E perché, perché noi italiani dobbiamo ancora continuare a  foraggiare all’infinito questa inetta e strapagata classe dirigente statale di peripatetiche senza cuore? Io non trovo risposte, e voi?

57 commenti a “Bella la vita”

  1. doris scrive:

    @padano,
    Elisabbet Kubler Ross così scriveva :

    “Le persone sono come le vetrate.
    Scintillano e brillano quando c’è il sole,
    ma quando cala l’oscurità
    rivelano la loro bellezza
    solo se c’è una luce dentro”.
    Ecco, certi personaggi,con la faccia di bronzo,quando cala l’oscurità,non rivelano alcuna luce,perchè non la possiedono.

  2. Bella la vita scrive:

    [...] Fonte: Bella la vita [...]

  3. QR DeNameland scrive:

    Vabbeh, prendersela con gli stipendi esagerati è un conto, ma se uno lo percepisce legalmente è libero di spendere i suoi soldi come meglio credo. E non mi pare strano che chi percepisce uno stipendio del genere non vada a dormire all’ostello della gioventù o a mangiarsi un kebab…

  4. doris scrive:

    @ QR,
    personalmente io non me la prendo con chi percepisce ” legalmente” ed è quindi libero di spendere il suo denaro come vuole.Posso essere ” sorpresa dalle cifre,come è il caso della Severini ( 7 milioni e rotti)e infastidita quando chiedono a noi tutti di fare sacrifici e agiscono in modo tale da essere obbligati a farli.

  5. sophia colpiacca scrive:

    padano, ti do una notizia: ne stai pagando due, di classi dirigenti.
    E io sto pagando la seconda perchè tu hai votato la prima.

  6. QR DeNameland scrive:

    Doris, ma quei 7 milioni non sono lo stipendio da ministro. La Severino era avvocato, e si vede che era un buon avvocato. Fra i suoi clienti Prodi, Caltagirone, Eni, Telecom e Fininvest…
    Casomai sarebbe da notare come certi avvocati guadagnino cifre da capogiro grazie ad un sistema giudiziario impazzito come il nostro. Notoriamente alcuni di essi sono diventati milionari grazie alla follia giustizialista di mani pulite.

  7. doris scrive:

    @ QR,
    giusto,non provengono da uno stipendio,ma dal suo lavoro come avvocato.Ma se permetti,a me fa sempre effetto sentire sulla bocca di queste persone le parole: fare sacrifici.
    Ps. C’ è un’inesattezza.: ha difeso il legale della Fininvest.

  8. QR DeNameland scrive:

    Doris, certo, fa impressione pensarci. Va però anche detto che più della metà di quei milioni li avrà versati in tasse, e tra bolli vari e stipendi del personale e altre tasse pagate dallo studio la Severino avrà contribuito allo stato ben più di quello che si mette in tasca. Una donna con gli attributi, sembrerebbe. Che forse non avrà neppure il tempo di godersi i suoi soldi.

  9. antizecche scrive:

    uazzamericanboi,

    invidiosoe cattivo, neh? E invece la Severino se li gode i suoi soldi, alla grande e alla faccia tua. Diversamente da te, che speri lei non abbia il tempo “para gustarli”, lei se sapesse della tua esistenza certamente ti augurerebbe di aver i soldi per ammobiliare le tue squallide, lunghe giornate da travet berlusconista. E mangiastipendi a tradimento, considerato che stai sempre incollato al tuo squallido e logoro Amstrad ricondizionato invece di guadagnarti da vivere.

  10. QR DeNameland scrive:

    ach so sprach Mangiazecche… ti rode ancora eh

    È peggio di così, io uso un macbook air o un ipad. Così ora avrai un nuovo motivo per insultarmi come già fatto dal tuo compagno di merende axenos.

    Io ogni tanto sparisco per lavoro. Tu non solo sei sempre qui 24/7, ma non riesci a fare altro che attaccarti come una zecca ai post degli altri per esprimere il tuo rancoroso sarcasmo da represso perché le idee ti vengono solo il 29 febbraio.

    Cos’è, quest’anno non hai nemmeno uno studente al tuo corso di laurea in zeccologia ottenuto grazie alla raccomandazione di pancho pardi?

  11. ugo scrive:

    Va pur là, Padano, che rigore!
    Se i soldi non li spende chi li ha, chi li deve spendere? A mio modesto parere, in questo momento storico/economico, chi più spende più aiuta il volano dell’economia a muoversi. Certo che non può essere lo stato a spendere e a spandere (sono soldi di tutti), ma chi ne ha parecchi di suo, più spende e più da vantaggi alla collettività.
    Fastidioso il tono del post.

  12. ciospo scrive:

    per essere uno che premette di non “essere contro la ricchezza” mi sembra se la prenda un botto nei confronti di Clini.
    il boiardo di stato e’ una figura che ispira poca simpatia ma se guadagna onestamente le sue palanche mi sembra ci sia poco da obiettare al fatto che si spenda 8.000€ in quattro giorno di montagna.
    secondo me c’e’ sotto qualcosa , secondo me il povero “boiardo” deve averle fatto qualche sgarbo a livello personale

  13. Roberto 1 scrive:

    L’articolo non mi piace.
    Che in Italia esista, forse, un problema legato agli emolumenti percepiti (e pensioni, soprattutto) dai manager pubblici ed alti funzionari e che questi siano forse troppi rispetto alle necessità, è un conto.
    Ma c’è modo e modo di dirlo: lo stile “dipietresco” proprio non va.
    Clini, fresco di nomina, rimediò una puttanata UE contro l’Italia e passata sotto gli occhi dei “competenti” Borghezio, Alfano, Domenici, Giggino e compagnia, riguardante il reimpianto degli olivi che non sto qui a spiegare per brevità.
    Fortuna che gli Spagnoli vigilavano e Galan se ne è andato a ramengo.
    Clini, inoltre, sta gestendo con pazienza e fermezza, in stretto contatto con la UE e fungendo da garante con i sempre più incazzati Commissari, la situazione napoletana che, come è noto, con Giggino, Regione e Provincia sta facendo la felicità degli olandesi e dei loro budget e risulta in splendida continuità con le gestioni precedenti, che hanno fatto del rusco uno show per giornali e tv del pianeta.
    E se va in Spa con la moglie, buon per lui.

  14. CSR scrive:

    Brutta cosa l’invidia.

  15. axenos scrive:

    che poi Clini non è esattamente il classico Boiardo di Stato nominato dai partiti a gestire aziende pubbliche come lo sono stati Cimoli o Masi, è uno con un ottimo curriculum e con incarichi internazionali di prestigio.

    voleva attaccare un boiardo per dar sfogo alla sua frustazione da leghista orfano del governo?

    aveva sottomano Catricalà…

    ce n’è di materiale su catricalà. chessò, poteva raccontarci di quando catricalà segnalò a monti il viceministro Martone. invece no, ha preferito Clini.

    bah…

  16. doris scrive:

    @ axenos’

    “che poi Clini non è esattamente il classico Boiardo di Stato nominato dai partiti….”
    Da chi è stato nominato visto e considerato che è direttore generale del ministero dell’Ambiente dal 1990?
    Nulla da eccepire sul suo operato,fino a prova contraria.

  17. doris scrive:

    @ CSR,
    bella la vita, ma per me si sta complicando.
    Ho un quesito per te,visto e considerato che sei un esperto in materia.
    Imu.Per motivi di lavoro,mio figlio abita nel mio appartamento(prima casa)affitto zero,mentre io mi sono trasferita nella sua casetta,sempre a zero affitto.Il tutto certificato dai rispettivi comuni di residenza.
    Oggi la sorpresina. Il comune ha ventilato l’ipotesi che,per essere giudicata prima casa, devi risultare residente. Ne sai qualcosa?
    Chiedo scusa per la divagazione,ma non sapevo dove postare.
    Grazie.

  18. QR DeNameland scrive:

    Doris, temo che sia così. Al solito devi fare all’italiana, riprendi la residenza nella tua di casa, o fate un scambio di proprietà dal notaio. È così, siamo nelle mani del famoso UCAS, l’Ufficio Complicazioni Affari Semplici

  19. doris scrive:

    @QR,
    ma perchè debbono complicare la vita alle persone? Se le cose stanno così,vedrò che fare.Interpellerò il mio ex commercialista!
    Nulla di nuovo : forte con i deboli e debole con i forti . Mi riferisco al governo.

  20. doris scrive:

    @ QR,
    sai che cosa mi stupisce di questo blog?
    I commentatori. Volano alto; non sembrano toccati dal quotidiano.Io ho ricevuto le bollette del gas e della luce. Apriti cielo! Io posso permettermi di pagarle,ma chi non percepisce uno stipendio o una pensione decente,come faranno? Pare che questi problemi nessuno se li ponga.
    La crisi la pagano i poveri : ecco la verità.

  21. andrea lucangeli scrive:

    @TUTTI: vi tranquillizzo subito, no, non sono per niente invidioso della “ricchezza” altrui anche perché…non sono certo un proletario…e posso anch’io permettermi di andare 15 giorni in vacanza a San Csssiano in Badia….

    No, il punto è un altro: io i miei sudati soldi me li guadagno “stando sul mercato”, combattendo ogni santo giorno con la concorrenza e lavorando 12 ore al giorno per 6 giorni/settimana (senza ferie pagate, senza malattie pagate e senza tredicesima e quattordicesima). Se non sono bravo a fare il mio lavoro il mio reddito precipita! Poi arriva lo Stato e mi rapina il 67% di tutto quello che incasso per pagare gli stipendi ai super-paraculati come Clini!

    Possono girarmi un po’ le palle?

  22. axenos scrive:

    le bollette arrivavano anche quando il cialtrone di arcore diceva che gli aerei erano pieni e c’era la fila ai ristoranti. e comunque, Stia tranquila signora Doris, stracquadanio, uno dei politici che lei tanto apprezza, dice che i poveri sono solo pochi sfigati.
    abbiamo sempre tre telefonini a testa e qr c’ha pure l’aibuk che fa figo…

  23. doris scrive:

    @ Axenos,
    Lei è un demente! E’ la prima volta che la insulto,ma se lo merita.
    Se non lo fosse ( demente ) avrebbe capito che mi riferisco agli aumenti pazzeschi che ci sono stati.
    Io non apprezzo alcuno: nè coloro che sono a destra ,nè coloro che sono a sinistra,nè coloro il cui posto non si capisce bene dove stia.
    Anzi, se devo essere proprio sincera,ho il ditino puntato di più, proprio verso di voi, il partito dei deboli a parole . Infingardi!

  24. Angela scrive:

    Come, come, come???

    Doris che si “incazza”???

    Ma allora Dio c’è! Finalmente! :D

  25. QR DeNameland scrive:

    Brava Doris.
    A proposito di complicare le cose, non so se hai letto un altro mio post in cui ho raccontato che, dovendo mandare 300 euro a mia figlia, ho scoperto che grazie alle nuove leggi di Monti & Co, solo più il titolare della postepay – in questo caso mia figlia – può ricaricarla. Mi è toccato andare da un tabaccaio mio amico per risolvere la questione all’italiana.

  26. doris scrive:

    @ Angela,
    ciao.Sì sono “incazzata”, come si usa dire.
    Certuni hanno la faccia come il lato …con quello che segue.

  27. doris scrive:

    @QR,
    l’ho letto il post della ricarica!!!E’ pazzesco.Non trovo altri termini idonei
    E’ vivere questo? Per me no. Uffici dove puoi denunciare chi non rilascia lo scontrino; voyeurs dei tuoi conti correnti…chi più ne ha più ne metta.Stasi? A volte mi pare proprio così.

  28. axenos scrive:

    non dica cazzate qr. come faceva il tabaccaio a sapere che lei non è il titolare, le ha per caso chiesto la carta di identità?

  29. axenos scrive:

    e poi la postepay si può anche caricare online, persino chi ha l’aibuk può farlo, e online nessuno ti chiede se sei il titolare della carta…

  30. axenos scrive:

    tsk, i macisti…

    hanno l’aibuk, l’aiped, e l’aifon per fare i fighetti e per caricare la postepai vanno dall’aitabbaccaio

    ma andè a caghè…

  31. Angela scrive:

    Sì Doris… hai ragione.
    Ed ecco perchè è difficile commentare il pezzo di Andrea Lucangeli. Ha detto tutto e lo ha sottolineato (di nuovo): “sono una casta di boiardi di Stato immotivatamente strapagati”….
    in quel “immotivamente” c’è tutto.
    Solo che non bisogna dimenticare che questi sono solo alcuni.
    Di parassiti affamati ce ne stanno tanti altri… e sono, guardacaso, i primi “tifosi dello scontrino”… non lo fanno per la “legalità”, ma lo fanno perchè sanno che se, come invece sarebbe auspicabile, TUTTI smettessero di versare i famosi soldi VERI (quelli che MSUD confonde con i mancati versamenti dello Stato) che hanno, finora, tenuto in piedi la “baracca”… sarebbe la loro fine.

    Stasi? Peggio… sono ovunque.
    Una metastasi, cara Doris.

  32. Roberto 1 scrive:

    Libertà, Axenos, libertà.
    Tu non puoi capire ma, come diceva Gaber, ti incazzi quando non puoi fare, per legge, una cosa che non hai mai fatto e che, forse, non farai mai.
    Io ho caricato via internet la card di mio nipote, ma ho una gran voglia di andarlo a fare dal tabaccaio.
    Comunque, passerà.
    Anche Monti, Dio lo benedica, commette errori come qualsiasi altro essere umano.
    E se le bollette son care, proviamo a spedirle a Vendola.
    Mi son rotto il cazzo di pagare i suoi inutili ventoloni sulla spiaggia con la Maggiorazione in bolletta, che è una tassa non fuori campo IVA.
    Cioè: una tassa al quadrato.
    Viva Prodi, Pecoraro Scanio e Mao TSe Dong!

  33. axenos scrive:

    roberto, dubito che solo il titolare possa caricare la postepay dal tabaccaio.

    non avrebbe senso visto che si può fare benissimo gratuitamente online senza specificare se si è titolari o meno della carta.
    i casi sono due: o qr ha detto una cazzata o il tabaccaio al quale si è rivolto è un peracottaro…

  34. axenos scrive:

    ah adesso paghiamo più care le bollette per colpa di ventola?

    palmiro…

    il berlusconiano di complemento è ormai una professione senza futuro..

  35. QR DeNameland scrive:

    Axenos, se un coglione al cubo. A me dal tabaccaio mi hanno chiesto un documento. Che poi si possa pagare on line, non vuole ancora dire che si debba. Io preferisco andare dal tabaccaio. Ti fa?
    Vaffffanculo, che Dio ti faccia del male

  36. axenos scrive:

    qr, sei un cialtrone…

    hai un aibuk? invece di farci il fighetto, usalo per caricare la postepay alla figlia…

  37. axenos scrive:

    qr, hai detto una cazzata ammettilo…

    dai…

  38. mario2 scrive:

    @Doris: allo stato attuale, confermo imu su entrambi gli immobili

  39. mario2 scrive:

    con aliquota seconda casa, ovviamente

  40. CSR scrive:

    Doris: ai fini IMU viene considerata prima casa quella presso la quale hai fissato la tua residenza. Credo che sarebbe conveniente sia per te che per tua figlia invertire le residenze e trasferire semmai il domicilio.

  41. Roberto 1 scrive:

    Hai ragione da vendere, Axenos.
    Lavorare oggettivamente per il Berlusconi di turno, grazie alle tue belle idee, non è più cosa.
    Adesso bisogna raddrizzare la baracca, quindi, spostati più in là.
    Nel museo delle cere o degli orrori, come monito a ciò che non si deve fare e non si deve dire, se si vuol tornare ad essere decenti.
    Sulle bollette, informati meglio, se non c’è qualcuno che le paga per te o sei allacciato abusivamente.
    Oltre a pagare i ventoloni, paghiamo carissimo i capricci dei Russi, i tiramenti di culo dei francesi e l’umore degli algerini.
    Bruciamo gas per fare energia, che equivale al detto romagnolo “bruciare i violini per vendere la cenere”, non abbiamo rigassificatori ed a momenti la Total ci faceva fuori “uno cane” in Libia.
    Dobbiamo crescere, ma un un per cento in più di PIL significherebbe fabbisogno geometrico di nuova energia.
    Che facciamo, rimpinziamo di fagioli i promotori dei referendum e li allacciamo in rete?
    Prova ad essere un pò più decente, se ci riesci!

  42. doris scrive:

    @ Roberto,
    non mi riferisco al costo della materia prima:paghiamo delle scelte dementi fatte.
    Mi riferisco all’aumento dell’iva ,all’aumento addizionale regionale e poi non so cosa’altro ancora.In casa mia 10 euro in più non significano nulla, ma in casa di chi percepisce 1200 euro al mese contano qualcosa.

  43. axenos scrive:

    stai zitto palmiro. se stavano per cacciarci fuori dalla libia dobbiamo ringraziare quel cialtrone che hai fiancheggiato in tutti questi anni…

  44. doris scrive:

    @ CSR,
    grazie. Di figli ne ho due. Questo caso si riferisce a mio figlio.
    Il problema di mia figlia( te ne avevo scritto, ricordi?) , se di problema si tratta,è altra cosa.

  45. axenos scrive:

    avvisate doris che l’iva e le accise sulla benzina sono state aumentate dal solito cialtrone arcoritano…

    forse, se invece di negare la crisi fino alla morte e abolire nel 2008 le misure adottate da visco e padoa schioppa, ne avesse invece continuato il lavoro forse, ripeto, oggi non ci sarebbe stato bisogno di aumentare l’iva al 21%…

    ma è una mia opinione. magari ha ragione palmiro cangini quando dice che la colpa è di ventola…

  46. axenos scrive:

    tra l’altro non mi pare giusto addossare le colpe solo a ventola.

    eccheccazzo palmiro! come berlusconiano di complemento mi stai perdendo colpi, vogliamo dare un po’ di colpe anche a de magistris e a pisapia? e prodi no?

    possibile che prodi e bersani non siano anche loro responsabili dell’aumento delle bollette?

    alla fine palmiro, l’unico che non s’entra niente, come al solito, è il cialtrone di arcore

  47. doris scrive:

    @ Axenos,
    perchè ti fai sempre trovare impreparato? Non ci fai una bella figura.
    Ecco la manovra di Monti per quanto riguarda i carburanti.

    8,2 centesimi al litro quelle sulla benzina e 11,2 cent al litro per il gasolio, che, includendo l’Iva, portano ad un aumento complessivo del costo per il consumatore di 9.9 centesimi al litro per la benzina, di 13.6 centesimi per il diesel e di 2,6 centesimi per il GPL.

  48. axenos scrive:

    le accise sui carburanti le aveva già aumentate tremonti…

    poi se vuoi continuare a creder che berlusconi ha ridotto le tasse mentre ventola e monti le hanno aumentate fa’ pure…

    non è che mi scandalizzo. mi girano più i coglioni quando certe cose le dice uno che si spaccia per elettore del pd…

  49. doris scrive:

    @ Axdenos,
    guarda caso! Nel tuo commento delle 16:12

    ” avvisate doris che l’iva e le accise sulla benzina sono state aumentate dal solito cialtrone arcoritano”

    ti sei dimenticato di Monti. Ti si chiede più precisione,Axenos.Se tu lasciassi da parte il tuo antiberlusconismo,forse riusciresti a capire qualche cosa di più

  50. Roberto 1 scrive:

    Continua a farteli girare, Axenos ed a schiumare come tuo solito.
    E’ ciò che puoi fare tu, arrivi solo fin lì.
    Ripeto, tu ed i tuoi simili siete i veri ascari di Berlusconi, le vestali della sconfitta perpetua, i guardiani del parasovietismo che inquina la Democrazia Italiana.
    le chiacchere stanno a zero: la “Diversità” italiana, figlia della “diversità” anomala di un’opposizione che, a muro in piedi, mai avrebbe potuto alternarsi al governo e che, di fatto, ha creato un’enorme consociazione corporativa, ha ridotto in stracci questo paese.
    Mentre gli altri sceglievano, noi imboccavamo la strada sbagliata.
    bisogna tornare indietro, bere il calice, scaricare zavorra (tu, Landini, Fassina, Scajola, Verdini: fate tutto il casino che volete, ma giù dal pullmann) e prendere la strada “normale”, quella degli altri.
    Che non è il Sunset Boulevard, ma una strada normale, con qualche buca ogni tanto, cui serve fare sempre manutenzione, ma è quella giusta.
    Bersani pre-referendum non portava alcuna responsabilità sulle bollette.
    Anzi, da presidente della mia regione ha detto e fatto cose nella direzione giusta.
    Poi la rendita di posizione vuole i suoi “sacrifici umani”, si sa: evviva il referendum, abbasso Hera.
    Qualora la rinnegasse altre due volte, raggiungerebbe S. Pietro nella classifica speciale dei voltagabbana.
    Berlusconi è un tuo incubo, roba da psichiatra.
    Figuriamoci i Francesi, che se gli rompi i coglioni sparano anche su greenpeace, quanto ci mettono a ravanare per sparigliare un gioco che vedeva “uno cane” piazzato troppo bene per i loro gusti!
    Ma qui, purtroppo, il difetto è congenito, indipendentemente dal governo in carica.
    Due stronzi passano sotto la funivia del Cermis e noi niente; uno che sta per perdere le elezioni scatena una guerra per sostituire l’ENI con la Total; l’India sequestra con l’inganno un naviglio e tiene in ostaggio due militari italiani e noi…..flemma britannicissima!
    Solo Craxi alzò il telefono, mandò affanculo Reagan (mica un cazzo di beduino qualsiasi) intimandogli di far sparire dal suolo italiano i Navy Seals!
    Vendola è un’iperbole, non puoi non aver capito.
    E’ un sistema, di cui tu sei fiero guardiano, che è da buttare nel cesso senza se e senza ma.
    Punto.
    Naturalmente, da buon riformista, con gradualità, evitando, se possibile, le “discese più amare” ed usando il tempo come alleato.
    Ma sempre dentro il cesso deve finire, con lo sciacquone da “roba grossa”, per essere ben sicuri e con lo scopino in mano per pulirne i residui.
    Io voto PD, amico mio, con la speranza e fiducia che, prima o poi, tanto per fare un esempio, i Fassina vengano neutralizzati, impacchettati e spediti lontano, a far danni altrove.
    Dobbiam fare pulizia in casa, prima iniziamo, meglio è e prima vinciamo.
    Proprio come i tedeschi, i francesi e gli inglesi.

Che ne pensi? Commenta!