Il Libertario?

E’ uscita oggi in rete una notizia che ci riguarda. Alcuni dettagli sono imprecisi, o incompleti, o falsi, ma la sostanza c’è: stiamo pensando ad un nuovo quotidiano, il Libertario.

E’ soltanto un’idea molto generale, per ora, che parte da una considerazione di fondo: il vasto arcipelago libertario – chi lotta contro le tasse e chi per l’affermazione dei diritti civili, chi crede nell’autodeterminazione dell’individuo e delle comunità e chi è per la libera impresa, gli antiproibizionisti e i difensori della libertà di ricerca scientifica, e insomma tutti coloro che vogliono meno Stato nelle nostre vite – non ha in Italia né voce, né rappresentanza nel dibattito pubblico.

“I Padri fondatori americani crearono una società basata sulla convinzione che la felicità umana fosse intimamente connessa alla libertà personale e alla responsabilità. I due pilastri del loro sistema erano i limiti al potere del governo centrale e la tutela dei diritti individuali.” Così Charles Murray apre il suo Cosa significa essere un libertario, e questo è il nostro programma politico, civile e culturale.

Ma per fare davvero il Libertario sono necessarie alcune condizioni.

1. Servono soldi: non molti, perché nell’editoria spesso e volentieri i soldi si buttano. Cerchiamo investitori che credano convintamente nel progetto e che siano disposti, nonostante la crisi, ad investire proficuamente il proprio denaro.

2. Serve un business plan convincente. Il Libertario o starà sul mercato – senza nessun tipo di sovvenzione pubblica – oppure non sarà. O produrrà profitti – perché è questo il metro di giudizio di un’impresa, non importa se metalmeccanica o culturale – oppure chiuderà.

3. Serve una proposta editoriale radicalmente innovativa, che oltrepassi l’anacronistica barriera fra giornali di carta e web, e che abbatta la separazione castale fra giornalisti protetti dall’Ordine e dal sindacato e giornalisti che fanno i giornalisti e basta.

Stiamo lavorando su questi tre punti.

Consigli, suggerimenti, proposte (e finanziamenti) sono ben accetti, ma dobbiamo sapere che siamo soltanto agli inizi: anzi, a dire il vero, agli inizi degl’inizi. Troveremo presto le forme per una discussione aperta e trasparente sullo stato di avanzamento del progetto.

134 commenti a “Il Libertario?”

  1. torquemada58 scrive:

    Gentile doris con la minuscola,
    alle 17:16 di ieri Lei mi ha rivolto una domanda ed io ho risposto, anche se in ritardo … chiaro ?

    :?:

  2. Liutprando scrive:

    Lascialo perdere, Doris.
    È solo un povero pirla la cui presenza ha il gradimento delle emorroidi.

  3. Liutprando scrive:

    Basterebbe 1 milione di eroi che non paga l’Imu, e l’intero meccanismo di controlli e verifiche s’incepperebbe. Io sono pronto.

    È possibile che gli eroi siano tanti per il solo fatto di dover scegliere se mangiare o far mangiare i vermi parassiti a cui è destinato il vantaggio della tassa.

    Il problema è liberarsi della repubblica dopo averla colpita nel suo punto sensibile.

  4. torquemada58 scrive:

    Liutprando,
    mi sorge un dubbio : come fai a commentare così velocemente ? Hai accesso al sistema e vedi tutti i commenti in tempo reale mentre vengono pubblicati, vero ?

    :?:

  5. doris scrive:

    Liutprando,
    hai ragione.Dovrei evitarlo come si evita la m…a di un cane.

  6. fabio scrive:

    doris, vedere l’IP ?
    ovviamente si può, se hai accesso al sistema del blog.

    controllare la posta di un utente è una cosa ben diversa, come minimo ti servono le sue password.
    (tra l’altro, è anche un reato)

  7. Liutprando scrive:

    Evitalo Doris.
    La merdina non è di alcuna utilità: vive per molestare perché nella vita ottiena la considerazione di una merda di cane

  8. doris scrive:

    fabio

    ” doris, vedere l’IP ?
    ovviamente si può, se hai accesso al sistema del blog. ”

    Per quanto mi riguarda : non sto parlando di chi aveva accesso al blog.

  9. torquemada58 scrive:

    Gentile doris con la minuscola,
    si contenga … Lei ha 40 anni per gamba e alla sua veneranda età non dovrebbe emulare lo zoticone padagno …

    :!:

  10. Liutprando scrive:

    Contieniti sudicione e rivolgiti con rispetto a chi ti è superiore in ogni senso.

  11. torquemada58 scrive:

    Liutprando,
    che tu sia più stupido di me è risaputo, non è una novità …

    :!:

  12. fabio scrive:

    ma è solo chi ha accesso al blog come amministratore, che può vedere i nostri IP.
    è giusto, no ?
    altrimenti qualunque balordo potrebbe pubblicare le sue farneticazioni a spese dei proprietari del blog.
    (ed a volte quì succede, ma lasciano correre).
    un esterno, per avere l’IP degli utenti deve entrare nel sistema in modo abusivo.
    oppure raccimolando qualche informazione sfuggita agli utenti inavvertitamente.

    con l’IP si scopre la zona da cui ci colleghiamo, entrare nella casella di posta, è tutta un’altra cosa.

  13. andrearm scrive:

    Salve, ottima l’idea di un nuovo giornale……ma per fare il “libertario” bisognerebbe prima eliminare l’ordine dei giornalisti. Non esisterà alcuna voce libera finchè non si renderà operativo il dettato costituzionale per cui ogniuno è libero di esprimere il proprio pensiero attreverso ecc ecc…. senza dover far parte della casta dei giornaliti/publicisti. Personalmente ritengo che il vero freno alla libera informazione non siano gli editori ma i giornalisti.

  14. Liutprando scrive:

    Liutprando,
    che tu sia più stupido di me è risaputo, non è una novità …

    Continua a sognare, povero pirla.
    Più stupido di te c’è solo il cadavere di togliatti.

  15. fabio scrive:

    liutprando, ci stai molto attento ai tweet di rondolino, eh ?
    li cogli in tempo reale.
    allora, avete deciso di darvi all’insurrezionalismo ?
    il brutto delle rivoluzioni, è che sfuggono sempre al controllo di chi le ha iniziate.

  16. doris scrive:

    fabio,

    se hai voluto capire e se sei intenzionato a capire,le informazioni ti sono state date, quindi non proseguiamo più su questo tema. CHIARISCO SOLO : TFP in tutto questo che è successo a me non c’ entra nulla.

  17. fabio scrive:

    ma si và…
    sinceramente, delle “nostre identità” non mi interessa niente.
    siamo solo 4 gatti che fanno chiacchere in libertà, non spostiamo una virgola di quello che succede.
    anzi, torno a lavoro.
    saluti a tutti.

  18. mario2 scrive:

    “Irlandesi in rivolta, non pagano la tassa sulla casa”

    Aria di burrasca.

  19. bosozoku scrive:

    L’unico modo di fare un giornale libertario è non registrarlo come testata, lasciar scrivere anche chi non è “giornalista” e per non fallire farlo solo su web e per il download, la carta è già morta.

  20. agostino scrive:

    Per quanto mi riguarda sono annoiato da pochissimi e disgustato dalla maggioranza dei giornali. Mi capita periodicamente, però ho riscontrato che in quell’occasione esce un nuovo giornale che mi interessa. I miei sentimenti non devono quindi essere molto particolari. R & V oggi mi sono molto cari. Se ce la faceste sarei con voi. Tanti auguri.

  21. Angela scrive:

    @T58 11:00
    E’ solo perchè lei è grasso che non trova ‘sto dannato albero che si inacidisce così?

    Se vuole le procuro una Liebherr, dovrebbe bastare.

  22. Angela scrive:

    @Cecchino
    Lo so, è cattivella ma non spararmi.
    Vediamo se la smette, vuoi? ;)

  23. mario2 scrive:

    “Sull’ipotesi “ammazza blog” è bufera a Montecitorio”

    Addio, è stato bello…sigh.

  24. fabio scrive:

    le agenzie dicono che abbiamo un nuovo articolo in costituzione:

    Il nuovo articolo 81 della Costituzione afferma che “lo Stato assicura l’equilibrio tra le entrate e le spese del proprio bilancio, tenendo conto delle fasi avverse e delle fasi favorevoli del ciclo economico. Il ricorso all’indebitamento – si legge nella riformulazione dell’articolo 81 – e’ consentito solo al fine di considerare gli effetti del ciclo economico e, previa autorizzazione delle Camere adottata a maggioranza assoluta dei rispettivi componenti, al verificarsi di eventi eccezionali” tra cui sono incluse “gravi recessioni economiche, crisi finanziarie, gravi calamita’ naturali’”.

  25. fabio scrive:

    obama attacca la speculazione sul petrolio:

    (ansa)Il presidente Usa, Barack Obama, promette tolleranza zero per chi specula sul mercato petrolifero, provocando un aumento artificiale dei prezzi di gas e benzina, solo per aumentare i propri profitti.

    contemporaneamente:
    (ASCA-AFP)M – Washington, 17 apr – I senatori repubblicani hanno respinto la riforma fiscale voluta dal presidente americano Barack Obama, denominata ‘Buffett Rule’, che propone una tassazione di almeno il 30% sui multimilionari

    gli stati uniti hanno un presidente socialista, peccato gli sia toccato un brutto momento.

  26. angelo41 scrive:

    Non mi pare questo il momento buono per tirare fuori un quotidiano cartaceo.
    Piuttosto irrobustiamo TFP e, possibilmente, depuriamolo dalle scorie usando molto antiparassitario.

  27. mario2 scrive:

    “Fieg, sul web aumentano del 50% i lettori dei quotidiani. Ricavi online in crescita”

    L’avrete certamente letto anche voi.

  28. angelo41 scrive:

    Dimenticavo un’osservazione, a mio parere, importante. “The Front Page” non suona bene, non buca la memoria e non sollecita la curiosità.
    Sarebbe meglio chiamarla semplicemente:
    “Prima Pagina” ?

  29. Marcello scrive:

    Il Libertario, non una testata giornalistica ma una newsletter diretta da CV e FR aperta ai libertari di tutto il globo, solo online e con iscrizione, niente web tv, sat tv, etc..ed una partnership possibilmente con una trasmissione radio ed un quotidiano nazionale.
    il modo migliore per cominciare: se son rose fioriranno!
    In bocca al lupo
    Marcello

  30. grazia scrive:

    Basta bucare, bucate memorie….urge piuttosto cogente tessitura di utili certezze .Bolle e buchi pagati troppo cari ne sviluppano trama ed ordito certificando che la strada è tracciata dalla necessità. Così è anche se non vi pare.Quinto Fabio Massimo può attendere…..

  31. NERONE scrive:

    Eccerto,se nun pò attende Lui che era il temporeggiatore!

  32. NERONE scrive:

    Nun fate sape a fabio che quinto fabio massimo apparteneva a la gens fabia,sennò se monta la testa.AHAHAHAH

  33. Maurizio scrive:

    Perchè il nuovo quotidiano non chiamarlo “IL LIBERISTA”

  34. Maurizio scrive:

    Ci sono notizie del quotidiano “LIBERTARIO”? Si fa…?

Che ne pensi? Commenta!