Le piante della dottoressa

In questi giorni nei Palazzi del potere romano va di moda una nuova frasetta magica (in inglese, che fa sempre fico…): spending review.

Il ministro Giarda la evoca – mattina, pomeriggio e sera – come panacea di tutti i mali!

Ma di cosa si tratta? E’ presto detto: noi contribuenti siamo strozzati dalle tasse perché il famelico Stato italiota spende troppo (e male) i soldi dei cittadini, ergo bisogna fare una “revisione della spesa” per vedere dove poter tagliare.

Per fare questa fantomatica spending review ci vorranno, se tutto va bene, almeno sei mesi e – nel frattempo – noi contribuenti saremo già tutti morti per overdose di tasse…

Ma – a prescindere dalla tempistica – servirà veramente fare (in Italia…) questa operazione di “revisione della spesa” pubblica? Non credo…

Volete un esempio? Eccolo: conosco personalmente da vent’anni un bravissimo medico-chirurgo donna che presta servizio – ora come aiuto-primario – presso un reparto di eccellenza della Ulss 6 Vicenza. Questa dottoressa è considerata da tutti brava, scrupolosa, super-preparata, affidabile, disponibile, insomma una personcina d’oro. Non lavora in cliniche private, paga tutte le tasse, non è assenteista e – per di più – nel tempo libero fa anche volontariato! Un angelo!

Però questo “angelo” ha anche un piccolo, rilassante e apparentemente innocuo hobby: ama coltivare piante d’appartamento e fiori, insomma ha il pollice verde!

Dato che la dottoressa vuole primeggiare in ogni sua attività, ha scoperto che le sue piante crescono meglio e più rigogliose se vengono irrigate con soluzione fisiologica (quella che si usa per le flebo dei malati) e se vengono concimate con fialette di ferro…

Perciò da vent’anni (da vent’anni!) la stimatissima dottoressa ogni settimana (ogni settimana!) si porta a casa un paio di bocce di soluzione fisiologica e una decina di fialette di ferro… cosa volete che sia? Nulla, però in un anno magicamente spariscono un centinaio di flaconi di soluzione fisiologica e 500 fialette di ferro pagate da noi…

Oltre al danno generato dal furto (perché di volgare furto si tratta), questo disdicevole andazzo provoca anche un’altra – e ben più grave – conseguenza: quel consumo in più (dovuto al furto) è diventato talmente sistemico (dura da vent’anni) e strutturale che in quel reparto nessuno se ne accorge più, è diventato un consumo standard! Cioè al momento di fare gli ordini per le soluzioni fisiologiche e per le fialette di ferro viene normalmente conteggiato anche il surplus che serve per le piante della dottoressa…

E – badate bene – la Ulss 6 Vicenza è un’azienda ospedaliera super-virtuosa, poiché ha tutti i conti in ordine! Perciò nessuna spending review (nemmeno la più accurata) potrà mai scoprire quel bubbone… Ci vorrebbe una spiata dei colleghi alla Gdf, ipotesi fantascientifica…

Bene, ora provate ad immaginare di moltiplicare questo puerile furterello per le migliaia di strutture pubbliche dello Stato e per i 4 milioni di dipendenti pubblici…

Immaginate l’impiegato del Catasto che si porta a casa un po’ di penne, immaginate il maresciallo di fureria che si porta a casa un po’ di pasta, immaginate l’infermiera che si porta a casa un po’ di cerotti, immaginate il dipendente del ministero che usa un po’ l’auto di servizio per le sue faccende private, immaginate tutto quello che volete! Sono miliardi di euro sperperati, anzi rubati!

E allora altro che bufala mediatica della spending review, qui bisognerebbe avere il coraggio di azzerare tutto, chiudere e-r-m-e-t-i-c-a-m-e-n-t-e per un anno il rubinetto della spesa pubblica e ripartire da zero! Capito Giarda?

Naturalmente non si farà nulla, è molto più comodo continuare a tosare i cittadini-contribuenti sino alla morte, poi si vedrà… E intanto le piante della dottoressa continueranno a crescere rigogliose…

101 commenti a “Le piante della dottoressa”

  1. maurizio giorgio scrive:

    caro axenos, bossi fu fatto ministro perche’ con berlusconi vinse le elezioni.
    e le vinse, alla grande, nelle “sue condizioni”.

    si parla di malcostume generalizzato, se non di micro criminaliata’ generale, dal nord al sud di una nazione falsa nel suo moralismo e svelta come la polvere con le sue manine “pulite” e tu ti attacchi all’ictus di bossi ?

    e poi, cos’e’ sta’ storia che se uno ha avuto un ictus deve essere considerato un rincretinito ? un handicappato ? quasi sempre gli strascichi che lascia, tipo la difficolta’ a parlare, non hanno nulla a che fare con le capacita’ intellettive.

    credimi, e’ molto piu’ facile nascerci cretino, che diventarcelo. anche con un ictus.
    mia zia, che e’ morta 2 anni dopo un fortissimo ictus, senza mai recuperare ne’ la parola ne’ il movimento era , pur tuttavia, molto piu’ lucida di quasi tutti i tuoi interventi.

  2. torquemada58 scrive:

    Umberto Bossi aveva una condanna definitiva per violazione della legge sul finanziamento pubblico dei partiti , in un paese normale sarebbe finito nel dimenticatoio e/o all’ospizio, in Italia è diventato Ministro e ha rubato di nuovo.

    :!:

  3. mario2 scrive:

    torque: mi chiedevo, non da tecnico, quanti potrebbero essere condannati per malversazione.

    “Sussiste il reato di malversazione a danno dello Stato quando un soggetto non facente parte della pubblica amministrazione riceve da un ente pubblico o dall’Unione europea finanziamenti per determinate opere o attività di pubblico interesse, e non li utilizza per tale scopo.”

  4. marianog. scrive:

    Allora modifichiamo la Costituzione:
    “Tutti coloro che hanno avuto una condanna definitiva(magari anche per guida senza patente) non possono accedere alle cariche pubbliche!”

  5. nix scrive:

    Invece il fatto che Alberto Maritati sia stato eletto Senatore e sia stato Sottosegretario all’Interno del Governo D’Alema dipende dal fatto che lo stesso D’Alema NON sia stato condannato per finanziamento illecito con conseguente dimenticatoio, ospizio ecc. ecc.

  6. mario2 scrive:

    ok…ho scherzato…ma forse Antonio Bruno lo potrebbe spiegare.

  7. doris scrive:

    Amore per le piante!

    Lombardo deve amarle assai, non tutte forse,ma la Zelkova sicula sì.
    Per la salvaguardia di questa preziosa specie botanica,300 esemplari nell’isola,la regione pagherà un consulente esterno da 150000euro “nell’ambito di un progetto da mezzo milione di euro a cui partecipa anche l’Unione Europea “

  8. torquemada58 scrive:

    @ nix

    Mi sorge il dubbio che paragonare il caso di Bossi con quello di D’Alema sia improprio, semmai si potrebbe paragonare la prescrizione di D’Alema per il finanziamento illecito del 1985 con la prescizione di Berlusconi nel processo All Iberian 1 ma anche in questo caso il paragone è improprio perché D’Alema confessò di aver intascato 20 milioni di lire mentre il processo All Iberian 1 verteva su un finanziamento illecito di 22 miliardi di lire al PSI di Craxi e la prescrizione per Berlusconi intervenne dopo una condanna in primo grado.

    P.S. Comunque Bossi è stato condannato in via definitiva anche per il reato di vilipendio alla bandiera italiana, in un paese normale sarebbe finito nel dimenticatoio e/o all’ospizio, in Italia è diventato Ministro della Repubblica.

    :!:

  9. CSR scrive:

    Il Corriere anticipa i nuovi sondaggi. La Lega è data al 6,6%.
    Si deve immaginare che parte dei padani, non si sia bevuta la storiella che Belsito e la Mauro siano i colpevoli di tutte le ruberie.
    Vuoi vedere che, almeno i padani, stiano cominciando a pensare?
    Mah…. credete ai miracoli?

  10. maurizio giorgio scrive:

    anche torquemada se la piglia solo con bossi. (della serie sparare sulla croce rossa)
    evidentemente parlare del diffuso malcostume, di cui tratta il padano che stiamo qui a commentare, e’ un esercizio da evitare per i nostri cari “comunisti”.

    code di paglia ?

  11. axenos scrive:

    il diffuso malcostume è quello che ha consentito ad una classe politica di cialtroni di governare indisturbata il paese.

    chi ha tollerato bossi e la brambilla nelle vesti di ministro non può poi prendersela per una dottoressa che si porta con sè una fialetta di soluzione fisiologica.

  12. doris scrive:

    Axenos

    ” tollerato bossi e la brambilla nelle vesti di ministro non può poi prendersela per una dottoressa che si porta con sè una fialetta di soluzione fisiologica.”

    Quindi?

  13. Led1959 scrive:

    In effetti esiste un problema mooolto profondo: il malcostume popolare. Non ci sono riforme nè tagli che tengano di fronte a chi si appropria indebitamente anche solo di una boccetta di fisiologica. E’ una questione di moralità e di senso di appartenenza, purtroppo entrambe assenti in alcuni individui. Le leggi e le norme ci sono, ma ciò non impedisce che i reati avvengano. Come per il finanziamento dei partiti, ora che il bubbone è scoppiato, tutti i partiti si sono affannati a darsi delle regole (che poi siano il nulla ed una ulteriore presa per i fondelli questo è un’altro discorso) come se le regole potessero evitare che altri fenomeni simili accadano: ma dai, ma chi vogliamo prendere in giro!
    E questo è un problema che riguarda tutti noi, non sol quelli che “rubano” ma amche quelli che vedono “rubare” e stanno zitti, riguarda anche coloro che con la loro omertà si rendono complici dei “furbi”.
    Poi, per pulirci la coscienza, possiamo dare la colpa a chi vogliamo, possimao invocare i mali ben peggiori di questo come dire se si fa quello si può fare anche questo e via di questo passo.
    La realtà è che fenomeni come questi non partono dall’alto ma dal basso, dai nostri concittadini, da noi. Solo cambiando questa mentalità per la quale tutto ciò che è dello stato non è di nessuno e io me lo posso prendere perchè, in fonfo in fondo, è un pò mio, solo cambiando questo modo di pensare in ciascuno di noi, si potrà credere di avviarci verso la civiltà.

  14. marianog. scrive:

    Certo però che tra la Brambilla, che si è prodigata per la difesa degli animali, e D’Alema che va a braccetto con il capo di Hamas, non saprei proprio chi scegliere!

  15. Roberto 1 scrive:

    Scegli Prodi.
    A lui Hamas-Hezbollah telefonavano direttamente mentre si trovava in Eliseo!
    Tralascio i commenti dei Francesi…….

  16. axenos scrive:

    quindi cosa doris?

    la brambilla ha piazzato all’aci e nell’ente autodromo di monza tutti i suoi parenti fino all’ottava generazione. bossi grazie ai contriuti di roma ladrona ha comprato 18 case, lauree e diplomi ai figli, ha fatto rifare pure il naso all’ultimo genito

    e poi ci scandalizziamo di una dottoressa che prende una fialetta ogni tanto dall’armadio dellìospedale?

    ma annatela a pijarvela…

    c’è bisogno di continuarla la frase?
    ecco, ci siamo capiti

  17. Led1959 scrive:

    Ecco, axenos (nulla di personale ovviamente) è l’esempio di quanto ho prima esposto: dato che è successo qualcosa di peggio, quello della dottoressa è una bazzeccola.
    Traduzione: prima di violare qualche regola/legge/regolamento è fondamentale trovare qualcosa di peggio che funga da attenuante o, meglio, da giustificante per le nostre violazioni e così la coscienza è a posto.

  18. axenos scrive:

    lei invece, signor led1959, appartiene a quella categoria di persone dalla personalità schizoide che riesce ad essere al contempo garantista e forcaiola .

    garantista, ça va sans dire, coi politici (specie se pluricondannati e di destra) e forcaiola con il resto degli esseri viventi. ai primi, che evidentemente lei considera come dei semidei, permetterebbe persino la pratica dell’antropofagia, agli altri farebbe patire le pene dell’inferno anche se fossero accusati dolo di aver buttato una cicca per terra…

  19. doris scrive:

    @ axenos

    ” e poi ci scandalizziamo di una dottoressa che prende una fialetta ogni tanto dall’armadio dellìospedale? ”

    Lei non si scandalizza io sì, come mi scandalizzo se infermieri hanno la loro piccola farmacia in casa con medicine sottratte nel reparto in cui prestano servizio ecc.ecc.
    Un domani persone come lei con il suo stesso modo di ragionare,una volta arrivate al ” potere” si comporteranno nella stesso modo di coloro di cui tanto si parla.Lo faranno in grande!

  20. axenos scrive:

    io a differenza sua, so modulare la mia indignazione. mi indigno poco per una segretaria che si porta a casa una penna e molto per un politico che si porta a casa milionate di euro pubblici. lei e led 1959, invece sapete solo indignarvi nei confronti dell’infermiera. mentre avete un debole per i politici ladri. più dimostrano di essere ladri e più li votate: avete tenuto al governo per vent’anni il cialtrone di arcore con la sua corte di grassatori…

  21. doris scrive:

    axenos,

    ” mentre avete un debole per i politici ”

    Davvero? Da che cosa ha tratto questa sua
    affermazione?

  22. antizecche scrive:

    E mentre il Padano si danna per le fialette, da Via Bellerio:

    “spariti altri 200 mila euro in diamanti”.

    Olè. Hai voglia a ramazzare !

  23. maurizio giorgio scrive:

    mi sa che l’indignazione di axenos sarebbe stata piu’ sentita se la dottoressa ruba-fiale fosse stata descritta dal padano come una convinta berlusconiana o leghista.

    perche’ loro, i manettari “de sinistra” non si indignano per il furto in se’.
    loro si indignano solo in presenza di centro destri.

    e infatti perche’ indignarsi se vendola decide su chi e’ primario e chi no ?
    infatti la politica non dovrebbe occuparsi di queste cose solo nel caso si tratti di politici di centro-destra.
    se sono di sinistra invece va benissimo.

    avendo poi l’arbitro dalla loro parte se lo possono permettere tranquillamente : viste le quotidiane intercettazioni solo a centro destra.
    (l’unica intercettazione che riguardava la sinistra, conservata gelosamente nei caveau dagli arbitri, ha portato all’incriminazione, caso unico e raro, di chi l’ha resa pubblica !)

    non solo viviamo in una nazione dove il malcostume e’ piu’ trasversale del raffreddore: ma abbiamo anche a che fare con un esercito di bari.(plurale di baro)

  24. Led1959 scrive:

    axenos sei un mito!
    Inarrivabile dai comuni mortali la tua capacità di mistificare e trasformare le cose per farle tornare al tuo monocorde discorso.
    Sottoscrivo quanto detto da Doris:

    ” mentre avete un debole per i politici ”

    Davvero? Da che cosa ha tratto questa sua
    affermazione?

    Io ho fatto un discorso che nulla aveva a che vedere con il salvare i politici ma siccome ti ho messo in mezzo…
    Fulmineo è arrivato il tuo post per il quale io sono di destra, tutelo i politici corrotti e ladri, sono schizoide. Manca solo il riferimento allo psiconano e il pacchetto sarebbe completo

    Complimenti!

  25. Angela scrive:

    @Tato
    Hai scritto “…poi nessuno mi crede quando dico che il problema non è la politica ma siamo noi italiani…”

    Ehm… mica vero. Ci sono molti italiani che pensano e dicono questo.
    Ma governare gli italiani è inutile, diceva Lui. E aveva ragione.

    Il racconto di Lucangeli calza a pennello per il quasi tutti (le mosche bianche esistono) i tizi che lavorano nel “pubblico”. LADRI… perché si è LADRI anche se si ruba una penna.
    Questa dottoressa quindi è una LADRA e occorre quantificare l’ammanco e presentare il conto. Poi, nel licenziarla si trattiene l’importo dell’ammanco.
    Denunciarla è inutile, ci si dovrebbe recare in posti dove ci sono altri LADRI.
    Meglio toccare il portafoglio, l’unica cosa “sensibile” che la gente ha, compresi i LADRI e comprese le dottoresse con il pallino del “pollice verde”.

  26. Angela scrive:

    Embè?

  27. doris scrive:

    @ Angela,

    le persone si qualificano da sole, anche quando scelgono un video.

  28. torquemada58 scrive:

    Gentile doris con la minuscola,
    mi sono permesso di chiosare il commento della signorina Angela per chiarire il riferimento a quel Lui ossequiosamente citato, mi era sorto il dubbio che qualcuno potesse avere qualche dubbio …

    :!:

  29. paolab scrive:

    per chiarire il riferimento a quel Lui

    ed era necessario linkare quel video per chiarire il riferimento MSUD? Una tronfia manifestazione di assenza di pietas dei vincenti nei confronti dei perdenti?

    Come se fosse una cosa di cui andare fieri?

  30. doris scrive:

    paolab

    ” ed era necessario linkare quel video per chiarire il riferimento MSUD?”

    Disgustoso! Mi dispiace, ma non trovo altre parole per definire il comportamento di torquemada58 in questa occasione.

    ” Come se fosse una cosa di cui andare fieri?”

    Forse lui ne va fiero.

  31. tato tripodo scrive:

    condivido pienamente la protesta di doris e credo che la condividerebbe anche giampaolo pansa.

  32. paolab scrive:

    Doris, Tato,

    non so se vi sia mai capitato di incontrare su FB, un gruppo che si titola (più o meno, vado a memoria)o si titolava così: “noi li vogliamo a testa in giù” e mandava un video analogo a quello.

    Io provo persino imbarazzo a parlarne.

    Non ricordo quanti iscritti avesse racimolato ma nell’ordine di qualche migliaio. Per non parlare dei commenti estasiati.

    La società civile è migliore di quella politica?

    Ma quale film hanno visto quelli che asseriscono una cosa dl genere?

  33. tato tripodo scrive:

    paola il desiderio d’aver seguito su fb o cmq di far parlare di se è direttamente proporzionale al grado di civiltà del paese.
    ovviamente credo che una cosa sono quei gruppi un’altra cosa è il gesto di torquemada che seppur molto ipocrita e sgradevole non credo che abbia avuto quell’obbiettivo.

  34. paolab scrive:

    Tato,

    non voglio neanche sapere quale fosse l’obiettivo, non mi interessa.

    Per associazione di idee mi è tornato in mente il gruppo di FB.

    Mi domando solo, quando leggo i commenti in rete e guardo quelle immagini, come si possa avere voglia di commentarle, come si possa avere voglia di guardarle e quale gusto dell’orrido si provi a mostrarle.

    Non c’è nessun tipo di valutazione politica, perchè la politica con queste cose non c’entra nulla.

    Provo solo un terribile senso di pena. Per chi guarda e per chi mostra

  35. tato tripodo scrive:

    paola
    ho leto il libro di pansa e seppur è un’ottima racolta di episodi storici mi son annoiato fino alla morte perchè era un continuo date ore e circostanze di omicidi discapito dei perdenti.

    la cosa commovente è che molti hanno pagato colpe che non avevano al duro prezzo della morte. altri hanno ricevuto pan per focaccia ma non chiedetemi dove sono i giusti perchè non ne ho idea.

  36. doris scrive:

    tato e paolab,

    quell’orribile video ha portato alla mia memoria ricordi .Ricordi di ciò che bambina ho visto e che per anni non mi hanno fatto dormire.
    Mi dispiace Tato, non riesco a trovare una scusante e, come a Paola,non m’interessa sapere, nè voglio saperlo, quale fosse l’obiettivo.
    Grazie per la solidarietà.

  37. tato tripodo scrive:

    doris
    condivido ma non volevo offrire nessun assit a torquemada. ho solo detto che non penso che cercava popolarità.

  38. tato tripodo scrive:

    oggi scrivo da un altro pc e mi saltano le lettere.
    scusate

  39. paolab scrive:

    Tato,

    le guerre, tutte, non sono mai un giro di valzer, portano sempre con sè orrori e tragedie.

    Ma una cosa è il giudizio sugli atti commessi da coloro che quelle guerre le hanno vissute da protagonisti o da vittime, altra è l’auto compiacimento nel mostrare le immagini di una tragedia a scopo “politico”.

    Tra virgolette, perchè non so proprio cosa c’entri la politica in tutto questo.

    E non mi riferisco solo ai semplici cittadini, mi riferisco anche e soprattutto agli osannati uomini di Stato che ne hanno fatto materiale di propaganda , quasi facendosene vanto, ad uso e consumo di quelli che pensano di essere ancora in guerra. Per bande però.

    Pansa ha avuto il grande merito di squarciare un velo e il demerito di aver continuato a ricamarci sopra: non era necessario. Una cosa è la storia e un’altra la letteratura.

    Mai qualcuno che avesse senso del limite e del ruolo.

  40. tato tripodo scrive:

    condivido pienamente paola
    è quello che velatamente cercavo di dire

  41. tato tripodo scrive:

    eh ….se ti sentisse pertini

  42. paolab scrive:

    Doris,

    scusa, mi dispiace e non immaginavo.

    Se avvessi sospettato il contenuto del video non avrei neanche aperto il link, tanto mi ferisce. Non tanto in sè ma per quello che implica il mostrarlo.

    Scusa e non parliamone più

  43. paolab scrive:

    Tato,

    MAGARI mi sentisse Pertini!!!!!!

  44. antizecche scrive:

    Intanto in Via Bellerio, a Milano, il sciùr Belsito ha riportato cinque chilogrammi di oro, undici diamanti e un’ AudiA6 (oltre 44.000 eur di listino). Olè.

  45. antizecche scrive:

    Domani vedremo cos’altro arriva in Via Bellerio.

  46. torquemada58 scrive:

    Gentile paolab,
    Le rispondo con ritardo perché ieri sera stavo ultimando la prima parte del testo Un radicale big bang riformista che ho poi pubblicato sul mio blog.

    Mi sorge il dubbio che con il suo spasmodico voler rispettare sempre e comunque il motto latino in medio stat virtus Lei finisca per perdere il filo e il senso della Storia emulando, a sua insaputa, le tre scimmiette che si tappano gli occhi, le orecchie e la bocca con le mani.

    :!:

  47. maurizio giorgio scrive:

    x antizecche
    va dato atto a belsito, amministratore dei soldi della lega, di aver fatto almeno qualche investimento intelligente: oro e diamanti in questi tempi sono l’unica cosa che e’ aumentata di valore.
    l’avesse fatto anche lusi, la margherita sarebbe milionaria.

Che ne pensi? Commenta!