gennaio 2013

Email-Auditel: Berlusconi al 37%, Bersani al 19%

Un modo diverso per capire quale sia il reale interesse degli italiani per l’offerta politica è quello di monitorare, in maniera del tutto anonima e in forma aggregata, il volume di email che scambiate e l’indice di citazione spontanea dei leader politici. Lo studio, svolto da MailUp è stato svolto su un campione di 9000 utenti aziendali e su un volume di 1 miliardo e 500mila email. Questi i...

Il cuore e il sangue dell’Europa

In una comunità l’economia è una funzione naturale e ha nella sua conoscenza la possibilità di modificarne il rendimento con tecniche artificiali. L’economia normale è fatta sui bisogni contingenti, sui consumi del momento, di limitata usura della fonte di sostentamento, di risparmi conservativi e di pochi sprechi. Un’economia piatta, modesta, primitiva e povera, ma solida e longeva. Il...

La sinistra, Berlusconi, Mussolini e Israele

Gran stridor di denti degli innumeri  teschi nel Gran Cimitero Monumentale  dei Sepolcri Imbiancati dell’italica Sinistra (e non solo) circa la breve annotazione del “Grillo Parlante” di Arcore sul fatto che pur inesorabilmente condannato dalla Storia –  innanzitutto per le sciagurate leggi razziali, quelle peraltro all’epoca applaudite da Giorgio Bocca ed Eugenio Scalfari...

Le pagelle del giorno, vince Oscar Giannino

Casini, 4. Insopportabile. Dice sempre le stesse cose. Sempre le stesse parole d’ordine. Sempre la solita rottura di balle. Credo che molte persone, ascoltandolo parlare, non ne possano più. Trent’anni di politica non gli son bastati. A noi, per quanto mi riguarda, mi avanzano pure… Ingroia, 0. Peggio di Casini. Non è facile essere peggio di Casini, ma il buon Ingroia ci riesce con...

Il centro dell’inganno

Ormai qualunque previsione viene superata dalla indecente verità dei protagonisti grotteschi della nostra scena politica. Soprattutto al centro. Un centro che come ben veniva scritto da queste colonne non più tardi di una settimana fa, ha il solo scopo di “lucrare vantaggi nella trattativa” che seguirà alle elezioni. Elezioni inutili, i cui risultati saranno lo specchio fedele del degrado...