ottobre 2014

L’importanza di essere il Ministro degli esteri

Il 1 novembre la nuova Commissione europea entrerà ufficialmente in carica e Il Ministro agli Affari esteri Federica Mogherini, già nominata a fine agosto Alto Rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza dell’UE ne sarà Vice Presidente. Il vacuum imperii degli affari esteri fa tornare alla ribalta le scommesse sui prossimi nomi, la grancassa mediatica ha cominciato a sfornare nomi,...

Per l’acciaio e Terni non servono i cavalieri dell’impotenza

Quando la Thyssen non andava di moda ho suggerito che la via del giustizialismo mediatico su cui s’è costruito l’intero processo per la tragedia  di Torino non poteva essere l’unica lente di una questione anche più grande: l’acciaio. C’è stato anche un libro (Acciaio) che ha aggiornatol’epopea sognante e desolata dell’acciaieria. Un passato che persevera, degrada e accompagna tanta vita....

Euro-follie d’autore. Del come l’euro-tafazzismo imperi a Bruxelles

Venerdì scorso a Bruxelles s’è consumata l’ennesima scenetta buonista e auto-celebrativa in ambito UE. S’è annunciato l’accordo di tagliare, entro il 2030, le emissioni di CO2 di almeno il 40% (rispetto al livello 1990). Il traguardo precedente era il 20% entro il 2020. Una radiosa Connie Hedegaard, Commissaria Europea per il Climate Action, ha dichiarato che questo è “un forte segnale...

Il PD (nuovo) chiede scusa a Dolce & Gabbana

“Milano è e deve essere la terra delle opportunità, che si apre e accoglie le persone che da qualsiasi parte dell’Italia e del mondo vengono per studiare, intraprendere e migliorarsi. Qui ci sono e ci devono essere tutti gli strumenti per facilitare la libera impresa e incoraggiare la voglia di fare”. Ha le idee chiare Pietro Bussolati, coordinatore metropolitano del PD, raggiunto da Il...

Lo spazio da riempire a destra

Berlusconi ha rappresentato di sicuro un’epoca politica e ha fatto la storia della destra liberale italiana, ma ormai risulta superato nella prospettiva politica. Nell’attuale contesto non fa altro che campare di rendita grazie al gioco di Renzi che paradossalmente occupa sempre più spazi a destra. La sveglia per il centrodestra suona perché c’è un popolo che non si riconosce più nelmodo di...