novembre 2014

Fukushima: analisi di una tragedia (parte 3)

Terza parte dell’appuntamento fisso con l’analisi della tragedia di Fukushima. A cura di Mario Giardini. 4.Station black out Alle 14.46 di quel venerdì, nell’area colpita dal terremoto c’erano undici reattori nucleari in funzione (tre a Fukushima Daiichi, quattro a Fukushima Daini, tre a Tohoku Onagawa, e uno a Tokai). Per un totale di circa 9 700 MW di potenza. La centrale nucleare di Fukushima...

Fukushima: analisi di una tragedia (Parte 2)

Seconda parte dell’appuntamento fisso con l’analisi della tragedia di Fukushima. A cura di Mario Giardini. 3.Un destino terribilmente avverso Uno tsunami in genere è composto di ondate successive. E non sempre la prima è la più alta, cioè quella più distruttiva. Più è profondo il punto in cui ha origine, maggiore l’energia che lo innesca, e maggiore diventa la velocità delle onde che...

Tutela del made in Italy: stop alla contraffazione agroalimentare

820 mila aziende e 814 mila persone occupate: parliamo del settore agricolo italiano il quale riveste un ruolo per nulla marginale nell’economia nazionale. Il comparto agroalimentare made in Italy ha registrato , solo nel 2013, un fatturato di 266 miliardi di euro, ossia più del 17 per cento della ricchezza del nostro Paese, raggiungendo cifre record anche nel settore dell’export (34 miliardi di...

Le tre cose che il sindacato dovrebbe assolutamente fare

Ci sono tre cose che il sindacato italiano dovrebbe assolutamente fare se vuole evitare di collassare come è accaduto all’URSS e ai grandi partiti politici italiani dopo l’89. La prima è quella di chiedere l’abrogazione dell’art. 18, per porre cosi fine, una volta per tutte, ad un equivoco che danneggia innanzitutto i lavoratori. L’art. 18 non difende, come si sostiene con enfasi, i lavoratori...

Viva Barbara d’Urso e la libertà!

“Ho firmato la prima denuncia/esposto nei confronti della signora Barbara d’Urso. Il femminicidio non si consuma solo con l’uccisione di una donna, ma, oltre la morte, anche con l’oltraggio alla sua vita e a quello della sua carne: i suoi figli”. Enzo Iacopino, presidente dell’Ordine dei Giornalisti, annuncia su Facebook la decisione di presentare la denuncia “a due Procure della Repubblica...