Colloquio di lavoro: le cose che non devi mai dire e i vestiti che non dovresti mai indossare

Scopri quali sono le regole implicite che servono per dare il meglio di te ad un colloquio: dall’abbigliamento giusto al modo di comportarsi.

Affrontare un colloquio di lavoro è sempre una fonte di stress unica e data dal sentirsi sotto giudizio da parte di estranei. Tuttavia seguendo le regole base, spesso implicite, è possibile fare una buona impressione e vivere lo stesso come un momento di crescita personale invece che come un metro per giudicarti a tua volta.

Lavoro
Come vestirsi al colloquio di lavoro- (Thefrontepage.it)

Ciò che conta è non sbagliare quelle che sono considerate le basi e che troppo spesso vengono sottovalutate.

Le regole da seguire per affrontare al meglio il colloquio di lavoro

Quando ci si presenta ad un colloquio di lavoro è bene mostrarsi al meglio, apparire sicuri di sé e al contempo empatici e cordiali. Mettere insieme tutti questi elementi può sembrare difficile ma se si agisce passo passo sarà tutto più semplice. Iniziando dall’abbigliamento, è bene ricordare che gioca sempre un ruolo importante.

Se ci si presenta in banca, quindi, è bene presentarsi in giacca e cravatta e mai in jeans e maglietta. Al contrario se si sta andando ad un colloquio per un posto in un bar allora ci si può vestire formali ma non stravaganti. Diversa è la cosa se il posto a cui si ambisce è in locale elegante. Conoscere il contesto e vestirsi in modo da sembrare qualcuno che già ne fa parte rimane sempre la soluzione migliore.

Regole per il colloquio di lavoro
Cose da non dire e da non fare al colloquio di lavoro- (Thefrontpage.it)

Lo stesso vale anche per ciò che si andrà a dire. Per non sbagliare è bene studiare l’azienda o il posto in cui si desidera lavorare e capire quali sono missione ed esigenze. In questo modo si darà un’idea più professionale. Andando al cosa non fare è meglio bandire gesti o parole che denotino confidenza visto che si sta appunto conoscendo il possibile futuro datore di lavoro per la prima volta.

È quindi importante sedersi in modo appropriato, non rilassarsi troppo ma non apparire neppure troppo tesi e sorridere in modo da mostrare empatia e cordialità. Quanto alla sicurezza, guardare dritto negli occhi chi parla è sempre un buon modo per trasmetterne senza esagerare.

Da evitare sono ovviamente le frasi fatte che non sono mai ben viste e che denotano scarsa personalità. Mettere un po’ di sé senza però esagerare è sempre una scelta ben vista. Il resto lo faranno sicuramente il curriculum e le risposte alle domande legate alle proprie capacità. Capacità che è sempre bene non ingigantire mostrando un giusto equilibrio tra umiltà e consapevolezza di sé. La giusta via di mezzo per far sempre colpo.

Impostazioni privacy