Civati ha vinto le elezioni

28/01/2015 Roma, presentazione del libro Alexis Tsipras. La mia Sinistra, nella foto Pippo Civati

I giornali asserviti a Matteo Renzi  cercano di ignorare che la lunga marcia di Pippo Civati da Monza ha segnato una nuova decisiva tappa nella lotta per la affermazione di una sinistra vera, trasparente e combattiva. Possibile.

Pippo è stato incoronato segretario della formazione Possibile da lui fondata per combattere il renzismo e le degenerazioni.

Ricordiamo  insieme le tappe di una marcia inarrestabile.

Nel 2010 in un sondaggio (anch’esso online) organizzato da L’Espresso su chi avrebbe dovuto fare il segretario del PD “Giuseppe Civati” ebbe 8.345 voti totali, quasi quanto Orfini. Peccato che 1.042 voti, 1.776 voti e 2.478 voti erano arrivati da tre unici indirizzi IP.

Nel 2013 la seconda tappa. Al congresso del PD la mozione Civati arrivò terza con il 9,4% (pari a 24.343 voti off line).

Il penultimo exploit di Pippo sempre nel 2013 alle primarie addirittura 399.473 voti pari al 14,24 % dei 2 milioni 800.000 votanti. Ma la spinta propulsiva delle sue idee era frenata dal PD.

il 31 gennaio, solo tre anni dopo, nel 2016 la mozione “Il senso della possibilità”, collegata alla candidatura a segretario di Giuseppe Civati, ha ottenuto il 93,20 % dei voti, gli astenuti sono stati il 6,80%. Hanno partecipato al congresso su piattaforma online 2.396 iscritti su un totale di 4.773, pari al 50,20% degli aventi diritto.

Non è detto che il possibile, sia credibile e a volte neppure verosimile, ma nel tempo può diventare invisibile.

@buzzico