Pd e dintorni

Mamma è brutto?

Nel giorno della festa della mamma è bene ricordare che le mamme italiane sono insieme tra le più denigrate per quanto succede ai loro figli (dall’accusa di mammismo che impedirebbe ai figli di diventare autonomi, a quella di narcisismo se appena distolgono lo sguardo da quello che viene loro assegnato come compito principale, se non esclusivo) e le meno sostenute nella vita quotidiana. Lo scrive...

Quando il gioco si fa duro e gli amici di Renzi

Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare. Davanti allo tsunami di fiele seguito al libro di Matteo Renzi, mi è venuto in mente Bluto in Animal House. Il coraggio è il contrario del bullismo. Bullismo, quello di Renzi? Semmai è bullismo tardivo quello di D’Alema: “finché vivo”. Bullismo pavido quello di Enrico Letta che dà del matto a Renzi sottilmente per non esporsi. Lo spacciano...

Pd, meglio la scissione della palude ma serve più riformismo

Articolo disponibile su FIRSTonline  Che cosa sarebbe meglio per il Pd: la “scissione” oppure la “palude”? Se l’alternativa fosse davvero questa, allora la scissione sarebbe preferibile, purché, ovviamente, a provocarla non siano futili motivi ma radicate e non mediabili divergenze sulle scelte strategiche di fondo. Ad esempio sull’Europa. Che cosa vogliamo che faccia l’Italia? Che...

Leadership e premiership. L’importanza delle riforme

Cosa ha fatto di Renzi, il protagonista di una importante stagione politica? Le riforme annunciate, e sopratutto le riforme fatte. Un distacco enorme dal riformismo parolaio della sinistra e da quello pavido del centro. Un riformismo dall’alto? Si, in parte e questa è stata anche la ragione del suo fallimento, ma i reazionari si sono vendicati bocciando a prescindere un sistema costituzionale che...

PD, lo swing al Sì

Il Popolo Anti Trump, perse le elezioni presidenziali, si è mobilitato: le donne hanno dato vita ad una manifestazione senza precedenti. Serve a qualcosa? Dipende. Se è solo la manifestazione di una frustrazione, di una opposizione finirà come come sono finite tutte quelle analoghe. Nel nulla e forse nel rafforzamento dello stato di cose presente. Ma c’è un’altra possibilità: dare uno sbocco...